La revisione del veicolo è un’operazione necessaria, che impone al proprietario di eseguire, a scadenze regolari, una determinata condotta.
La legge, infatti, obbliga tutti i soggetti in possesso di un mezzo in circolazione a revisionare lo stesso, per garantire la sicurezza stradale e la propria copertura assicurativa.
Chi ha acquistato o si appresta ad acquistare un veicolo deve, dunque, essere perfettamente informato sull’argomento, per evitare di commettere degli errori che potrebbero comportare, per veicolo e conducente, pesanti conseguenze.
In materia di veicoli industriali, la Scotti Veicoli Industriali, di Via Livornese n. 220, a Empoli, offre ai propri clienti un servizio di revisione su tutti i mezzi di massa totale a terra fino a 35 q.
Inoltre, grazie alla collaborazione dell’azienda con le Motorizzazioni civili di Firenze e Siena, è possibile richiedere la revisione anche per tutti quei veicoli aventi massa totale a terra superiore a 35 q.

In cosa consiste la revisione

Abbiamo già accennato al fatto che la revisione sia un’operazione obbligatoria, a cui ogni veicolo deve essere sottoposto, con cadenza regolare.

Ma cosa succede, all’interno del centro incaricato, quando il mezzo viene lasciato in revisione?

I professionisti del settore procedono all’esame del veicolo in ogni sua parte, così da verificarne l’integrità e, al tempo stesso, la perfetta funzionalità dei componenti.

L’attenzione degli esperti si concentra su due aspetti fondamentali: quello tecnico e quello ambientale.

Rientrano nel primo gruppo tutte quelle operazioni che hanno lo scopo di saggiare il livello di funzionamento delle parti meccaniche essenziali, come freni, sospensioni, luci e frizione.

Nel rendere obbligatoria la revisione del veicolo, inoltre, il legislatore ha previsto anche un risvolto sostenibile del procedimento, che si occupa di affrontare importanti tematiche ambientali.

Il controllo degli incaricati, infatti, si sofferma sulle emissioni, che vengono testate sia sotto il punto di vista dell’inquinamento che sotto l’aspetto della tollerabilità sonora.

L’attività degli esperti, però, non finisce qui.

Allo stesso modo, sotto la lente d’ingrandimento ci sono anche elementi esteriori quali targa, telaio, carrozzeria e cristalli.

Tutte queste parti, dunque, dovranno superare il checkup.

È bene ricordare che la revisione del veicolo deve essere fatta ogni due anni, ad eccezione dei mezzi appena immatricolati, che spostano la prima scadenza dopo quattro anni.


La costanza

Quando si parla di onere cadenzato, si vuole porre l’accento sull’importanza della revisione come metodo di analisi predeterminato nel tempo.

È fondamentale, infatti, che i proprietari dei veicoli comprendano quale sia la valenza di una procedura di questo tipo, che nasce proprio allo scopo di tutelare la sicurezza al volante, per il guidatore e per tutti gli altri.

Solo all’esito positivo del controllo si può infatti affermare con certezza che il mezzo sia effettivamente sicuro e adatto alla circolazione.

L’appuntamento con la revisione è una necessità irrinunciabile, soprattutto per i veicoli commerciali e industriali che, a causa del compito affidato loro, percorrono, ogni giorno, un importante numero di chilometri.

La portata, il peso ed il continuo utilizzo della parte meccanica rendono tali veicoli maggiormente esposti all’usura e al deterioramento, fenomeni potenzialmente pericolosi per la sicurezza stradale.

In tali casi, è importante non solo intervenire nei tempi, ma affidare l’incarico ad un centro specializzato nella revisione di mezzi pesanti, capace di operare sui componenti meccanici e valutarne esattamente lo stato ed il funzionamento.

Questo è quello che accade alla Scotti Veicoli Industriali, che può contare su un team di esperti qualificati, che svolgono centinaia di revisioni ogni anno.

Per saperne di più o prenotare un appuntamento chiama il numero 0571/94631.